Una vacanza non è fatta di solo sole e spiaggia: amate il jogging o il nordic walking? Allora il nostro lungomare di 5 km è il posto ideale per voi! La mattina presto salutate il nuovo giorno con una tonificante attività fisica per poi ritemprarvi con una sana e gustosa colazione in hotel: la spiaggia dopo avrà tutto un altro sapore!

Se amate invece andare in bicicletta, vi possiamo proporre delle escursioni da fare nei dintorni di Caorle.
La nostra città affacciata sul mare è infatti molto radicata nella campagna retrostante, e allora una buona bicicletta e via per un giro più o meno impegnativo lungo gli argini ed i campi di Caorle.
Possiamo consigliarvi percorsi da 10 a 60 km, per ogni esigenza, con pochissimi passaggi in strade asfaltate, e tappe di ristoro in bar o locali lungo il percorso. Tutti i percorsi sono stati testati da noi.

Argini, fiumi o canali, piante di fico e di felci ovunque, uccelli acquatici che si immergono nell’acqua, aironi di tutti i tipi che come sentinelle controllano il territorio, lepri che attraversano di corsa i sentieri. Antiche e affascinanti case coloniche, a volte ancora abitate, molto spesso chiuse, che testimoniano un’epoca lontana: passandoci vicino sembra a volte di vedere ancora le persone intente al lavoro di campagna.
Vecchie case lagunari con i tipici caminetti esterni e i comignoli alla veneziana, e vecchie chiesette di campagna ancora consacrate, ovunque testimonianze molto spesso sconosciute anche ai locali di un passato storico ricco e misterioso, che inizia con gli insediamenti dei primi paleo veneti e passa attraverso le invasioni barbariche e la nascita della prima Venezia, leggende dei templari che realmente da qui si imbarcavano per la Terra Santa e leggende veneziane di scontri con i pirati Uscocchi sconfitti nel mare davanti a Caorle, dove inizia la tradizione delle Tre Marie veneziane.
E su tutto il panorama delle campagne a tutto orizzonte, un’immersione in quelle che venivano chiamate “terre perse” ai tempi epici delle bonifiche.
Accompagnati solo dai suoni della natura, il frusciare delle canne lacustri mosse dal vento, uno sbattere di ali di uccelli che si alzano in volo.

Il momento migliore per un giro in campagna è il mattino, quando il sole estivo è caldo ma non ancora troppo forte; comunque, molti sono i punti dove ristorarsi con una bibita o uno spuntino.

Quasi tutti i percorsi sono dentro al Comune di Caorle, volendo un paio si allontanano un po’ dal territorio, restando comunque sempre abbastanza vicini per permettere un veloce rientro, o per essere recuperati da noi in caso di emergenza od inconveniente al mezzo.

Da San Gaetano, dove si passa vicino ai luoghi cari ad Ernest Hemingway, che qui trovava l’spirazione per scrivere il romanzo “Di là dal fiume e tra gli alberi”, al Giralivenza, che fa entrare nella grande tenuta agricola della Agenzia Generali. Ma per chi non si accontenta o vuole altro con il Giralemene si può arrivare a Concordia Sagittaria, oppure fino alla foce del Piave e passare ridosso della Laguna del Mort, con i resti di fortificazioni militari, tristi promemoria delle follie umane delle Guerre Mondiali.

In hotel potete trovare le mappe con segnati i punti di interesse, e per chi ne avesse bisogno anche i file .gpx per navigatore, oltre naturalmente alle biciclette adatte al passeggio.

Una colazione gustosa ed energetica, un paio d’ore in bicicletta nei paesaggi descritti sopra, al rientro una doccia seguita da un rigenerante pranzo deliziato dai nostri piatti, rilassarsi il pomeriggio in spiaggia tra bagni di mare e di sole, e chiudere il giorno con una serata tra passeggiate sul lungomare e un drink, ecco la giornata che ci piace proporvi ed offrirvi.

Ecco alcuni suggerimenti di percorsi ciclabili